10 migliori pratiche per una fondazione edilizia eco-compatibile

Costruire qualsiasi tipo di struttura dipende da una base solida. La sostenibilità complessiva del prodotto finito inizia con le fondamenta dell’edificio eco-friendly. 

Quali scelte dovresti valutare attentamente per ridurre al minimo il danno ambientale derivante dal tuo progetto? Ecco 10 migliori pratiche per una progettazione edilizia ecosostenibile. 

1. Selezione del sito

La posizione della tua build influisce il tipo di fondazione scegli e la sua complessiva ecocompatibilità. Parte della sostenibilità implica costruire cose che durino in modo da non spendere costantemente più energia e materiali per le riparazioni. 

Uno degli ostacoli maggiori è la scelta del sito più adatto per il drenaggio. Uno scarso drenaggio può provocare danni causati dall'acqua, che possono sbriciolare una fondazione e l'edificio ad essa annesso, causando danni ambientali e richiedendo un'ampia bonifica per renderlo abitabile. 

2. Progettazione della fondazione

Un'altra considerazione è il design della tua fondazione. Dovresti scegliere un seminterrato, una soletta, pile, un pilastro e una trave? Le ordinanze locali possono dettare le tue scelte, sebbene gli sviluppatori che lavorano su progetti su larga scala possano avere maggiore influenza. 

La tecnologia odierna semplifica la progettazione di fondazioni di edifici ecologici utilizzando progetti prefabbricati. Questi sono eccellenti per suddivisioni con lotti simili e caratteristiche naturali, poiché avviene la produzione in un ambiente climatizzato per evitare che vento, pioggia o neve compromettano l’integrità strutturale. 

3. Gestione dell'acqua 

L'acqua può distruggere le fondamenta di un edificio. Coloro che stanno costruendo sui pendii devono creare percorsi per il deflusso per prevenire inondazioni e deterioramento.

Le caratteristiche che gli appaltatori potrebbero prendere in considerazione per dirigere l'acqua lontano dalle fondamenta degli edifici sui pendii includono: 

  • Swalles
  • Ruscelli secchi
  • Giardini della pioggia
  • berme
  • Pozzi asciutti
  • Pavimentazione permeabile
  • Muri di sostegno 

4. Efficienza Energetica

Parte del processo di rendere ecocompatibili le fondamenta di un edificio è la capacità con cui queste trattengono l'energia. Tali progetti potrebbero ricavare meno energia dai combustibili fossili e fare affidamento su materiali facilmente rinnovabili invece che su quelli che richiedono un’estrazione intensiva o su entrambi. 

Scegliere materiali da costruzione a basso contenuto energetico è saggio. Per esempio, sostituzione del calcestruzzo con le scorie nella costruzione di fondazioni crea un nuovo scopo per i rifiuti industriali e riduce la necessità di estrarre calcio e silicio. 

5. Materiali sostenibili 

Inoltre, la ricerca di materiali sostenibili per ogni fase della costruzione delle fondamenta dell’edificio può ridurre al minimo l’impatto ambientale. Tuttavia, devi anche essere saggio. Ad esempio, i blocchi di canapa forniscono prestazioni superiori isolamento acustico e termico - sembrano una scelta naturale. Tuttavia, è meglio riservarli alla costruzione di muri ignifughi, poiché non hanno una resistenza alla compressione sufficiente per fungere da base. 

Non alzare le mani, però. Calcestruzzo miscelato con la giusta percentuale di plastica riciclata mostra resistenza meccanica equivalente a quelli realizzati con malte pure. Il maggiore utilizzo di tali materiali fornisce un’alternativa ai miliardi di bottiglie che spesso finiscono nelle discariche. 

6. Isolamento della fondazione

L’isolamento fa parte dell’efficienza energetica. I materiali scelti e il design determinano il punteggio di un edificio. 

L'isolamento esterno per le fondazioni del seminterrato è spesso costituito da tre tipi: 

  1. Pannelli rigidi in lana minerale
  2. Poliuretano ad alta densità 
  3. Pannelli in poliuretano/poliisocianurato

La lana minerale è la scelta più sostenibile, poiché proviene da materiali riciclati come le scorie dell’industria del ferro e dei minerali. Il poliuretano può contenere sostanze chimiche organiche volatili (COV), che influiscono sulla qualità dell'aria. Tuttavia, gli odierni poliuretani a base vegetale promettono una maggiore sostenibilità. 

7. Ventilazione 

Potresti pensare a una base solida. Tuttavia, ha bisogno di respirare, e la sua capacità di farlo influenza la sua capacità di gestire piccoli cambiamenti o di crollare sotto il suo peso. 

L'aria fresca può prevenire muffe e funghi attorno alle fondamenta della tua casa. Tuttavia, le prese d'aria che è possibile aprire o chiudere consentono di mantenere un'efficienza energetica superiore in condizioni meteorologiche avverse. 

8. Piantagione di fondamenta

Ciò che pianti attorno alle fondamenta di un edificio ne influenza la longevità. Costruire una gigantesca casa sull'albero sembra divertente finché non ti rendi conto di cosa possono fare le radici alla struttura circostante. 

Lascia i pluviali liberi dalle piante, in modo che l'acqua non si accumuli attorno alle fondamenta della tua struttura. Lascia diversi metri di spazio tra le fondamenta e le prime piantagioni. Tieni gli alberi lontani almeno 25 piedi per evitare problemi al sistema radicale e impedire che i temporali inviino rami ribelli attraverso le finestre panoramiche. 

9. Impermeabilizzazione

L'impermeabilizzazione è essenziale per mantenere intatte le fondamenta dell'edificio, il che aumenta il rispetto dell'ambiente riducendo le esigenze di riparazione. Esistono diversi metodi per farlo l'esterno e l'interno

  • Sigillanti per interni come i silicati
  • Membrane impermeabilizzanti attorno alle pareti interne
  • Sistemi di drenaggio interno come pompe di raccolta
  • Incapsulamento del vespaio con barriera al vapore
  • Membrane impermeabilizzanti esterne cementizie
  • Prolunghe per pluviali 

La soluzione migliore è adottare un approccio preventivo, applicando tali soluzioni durante la fase di costruzione. Tuttavia, coloro che ristrutturano edifici più vecchi possono spesso includere molti degli stessi aggiornamenti, anche se potrebbero aver bisogno di fare un po' di scavi esterni per applicare una barriera esterna. 

10. Monitoraggio e manutenzione

Infine, affrontare e riparare rapidamente piccoli problemi prima che diventino grossi grattacapi rende le fondamenta dell’edificio complessivamente più ecologiche. Ad esempio, è spesso possibile utilizzare la resina epossidica nelle piccole crepe delle fondamenta per evitare che si allarghino e introducano umidità e muffe. 

Cosa dovresti fare? Ispeziona le fondamenta una volta all'anno percorrendo il perimetro della struttura. Ispezionare eventuali crepe. Quelle orizzontali sono più problematiche delle fessurazioni verticali che spesso si verificano durante l'assestamento, soprattutto se comportano piegamenti. Quando le crepe diventano abbastanza grandi da far scivolare una moneta all'interno, è il momento di chiamare i professionisti.

Migliori pratiche per una fondazione ecosostenibile

Le fondamenta di un edificio influenzano la sua sostenibilità complessiva e svolgono un ruolo cruciale nel sostenere il resto della struttura. 

Segui le migliori pratiche sopra riportate per un fondotinta ecologico che resisterà alla prova del tempo. Costruire meglio significa anche avere un ambiente più piacevole per te. 

Autore Bio

Jack Shaw è lo scrittore senior di Modded, una pubblicazione sullo stile di vita maschile. Appassionato di attività all'aria aperta e amante della natura, spesso si ritira per esplorare il suo ambiente e incoraggia gli altri a fare lo stesso. I suoi scritti sono stati presenti su siti come Duluth Pack, Tiny Buddha e altri.

Sito web | + post

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *